Perna: Mastino per vincere

“Voglio vincere qui e contribuire a riportare a Varese un trofeo. Lo meritiamo tutti: giocatori, società, tifosi e città!”

Con queste parole Dominic Perna ha concluso la sua breve intervista che abbiamo realizzato insieme appena dopo il suo rinnovo con i Mastini Varese per la stagione 2019-2020.

Ecco una delle conferme più importanti che i tifosi attendevano. E’ quella di Dominic Perna, attaccante italo canadese dei Mastini con i quali il rapporto continuerà anche per la prossima stagione. Arrivato nella Città Giardino lo scorso settembre, Perna ha contribuito non poco alla causa giallonera dei Mastini, totalizzando 43 punti in 29 partite di Campionato IHL.

La sua esperienza di navigato hockeysta è stata messa a disposizione dei compagni, facendosi apprezzare anche come vero e proprio leader in alcune situazioni di “emergenza”. Inoltre la sua mentalità vincente è stata utile a tutti per poter crescere proprio sotto l’aspetto psicologico.

 

Le sue parole

Ecco le parole di Perna, rilasciateci in esclusiva per l’occasione.

“Abbiamo fatto molto bene nel campionato appena terminato soprattutto sotto l’aspetto della crescita e abbiamo maturato una buona competitività con tutte le grandi squadre. Questo è importante e secondo me è la cosa che più di altre si è vista, partita dopo partita. Contro le grandi squadre, a mio parere, abbiamo  dimostrato di potercela giocare. Peccato davvero per quel playoff contro Appiano, dove meritavamo di poterci giocare la quinta partita.

Ho ancora in mente le partite playoff giocate a Varese. Abbiamo avuto la prova che è tornato entusiasmo ai tifosi e questo è fondamentale. Confrontandomi con la società in questi giorni e nelle scorse settimane, ho capito che le persone stanno lavorando tanto per formare una squadra forte. Questo è stato uno dei motivi che mi ha fatto decidere di rimanere nei Mastini Varese anche per la stagione prossima.

Lo scorso anno, quando sono arrivato dopo tre stagioni a Milano, non sapevo bene cosa aspettarmi, ma partita dopo partita ho visto un grande entusiasmo crescere non solo nella squadra, ma anche tra la gente ed è stato fantastico. Dobbiamo fare in modo di ritrovare tutto questo anche nella nuova stagione.

I giocatori “locali” a Varese sono bravi. L’esperienza mia e di qualcun altro, con il coach Massimo Da Rin, sicuramente hanno aiutato a costruire e fortificare quella mentalità che serve per vincere. Dobbiamo cercare di crescere ancora sotto questo aspetto e credo fermamente che possiamo farlo. Il livello, da quando gioco in IHL, si è alzato notevolmente, ma alla mia età sono convinto di poter dare ancora qualcosa di importante ed essere utile alla causa dei Mastini Varese.

Ma ciò che davvero ho dentro nel cuore e che mi spinge ad andare avanti a giocare (e rimanere qui a Varese con i Mastini) è il desiderio grande di riportare un trofeo in questa città. Che sia campionato o Coppa Italia non importa, ma il mio obiettivo e il mio stimolo sono rappresentati dalla voglia di portare un trofeo a Varese. Tutti noi lo meritiamo: lo spogliatoio, i giocatori locali, la società, i tifosi e la città intera”.

I Mastini ripartono quindi dalle conferme per cercare di consolidare le basi necessarie su cui costruire realmente qualcosa di importante.